fbpx
Gichi educativi Montessori

Giochi educativi metodo montessoriano.

Per accompagnare la crescita dei bambini che sono curiosi e creativi per natura, presentiamo questi giochi educativi ispirati nel metodo montessoriano.

“Il gioco è il lavoro del bambino”.

“Le mani sono gli strumenti propri dell’intelligenza dell’uomo”.

Maria Montessori

‎Prodotti ‎‎ispirati nel “metodo montessoriano”, da regalare:‎

‎In primo luogo:

Per i più piccoli.

“L’educazione comincia dalla nascita”.

Maria Montessori.

Oggetti che aiuteranno lo sviluppo attraverso i sensi, principalmente visivo, uditivo e tattile.

“Il lavoro dei bambini non produce un oggetto materiale, ma crea l’umanità stessa: non una razza, una casta, un gruppo sociale, ma l’intera umanità”.

Maria Montessori.

In secondo luogo:

Aiutami a fare da solo (per i genitori).

“La figura del bambino si presenta possente e misteriosa, e noi dobbiamo meditare su di essa perché il bambino, che chiude in sé il segreto della nostra natura, divenga il nostro maestro”.

Maria Montessori.

Montessori credeva nel operare autonomo del bambino e in favorire le condizioni necessarie per lo sviluppo delle attività di apprendimento spontanee.

“L’adulto deve farsi umile e imparare dal bambino a essere grande”.

Maria Montessori.

A proposito di:

SICUREZZA

“L’adulto deve dare e fare quel tanto che è necessario affinché il bambino possa utilmente agire da solo: se fa meno del necessario, il bambino non può agire utilmente; se l’adulto fa più del necessario, e perciò si impone o si sostituisce al bambino, spegne i suoi impulsi fattivi”.

Maria Montessori.

I mobili a misura di bimbo permetterà loro di partecipare ad attività quotidiane che a volte, a causa dell’altezza, non sono possibili di raggiungere. Garantisce, così la stabilità e la sicurezza.

In aggiunta a questo,

Esperienze sensoriali.

“Non possiamo creare osservatori dicendo ai bambini: “Osservate!”, ma dando loro il potere e i mezzi per tale osservazione, e questi mezzi vengono acquistati attraverso l’educazione dei sensi”.

Maria Montessori.

Materiali di supporto al riconoscimento tattile.

ABILITÀ

“Chi non comprende che insegnare a un bambino a mangiare, a lavarsi, a vestirsi, è lavoro ben più lungo, difficile, e paziente che imboccarlo, lavarlo, vestirlo. Tutto quanto è aiuto inutile, è impedimento allo sviluppo delle forze naturali”.

Maria Montessori.

Giocattoli per sperimentare situazioni quotidiane in modo ludico e mettersi alla prova. Aiuta anche ad allenare le capacità motorie.

D’altra parte:

MUSICA

“Si cerca di mettere a portata del popolo la musica, coi concerti nelle pubbliche piazze, o col rendere sempre più accessibili a ogni classe sociale le sale dei concerti. Ma tutto ciò non sarebbe forse come mettere in circolazione delle edizioni popolari di Dante, in un popolo di analfabeti? È l’educazione che occorre prima: senza essa, ecco un popolo di sordi, cui è negato ogni godimento musicale”.

Maria Montessori.

Potranno godersi il divertimento di esplorare il ritmo e le melodie e stimolare pure il senso dell’udito.

Sul silenzio…

“Il silenzio acuisce le nostre sensibilità. Stando in silenzio non solo possiamo ascoltare con maggiore attenzione la parola dell’altro, e quindi “incontrarlo”, ma riusciamo a cogliere profondamente la realtà che ci circonda. E’ importante allora permettere al bambino di vivere anche questa dimensione, preservando sempre nei suoi confronti una relazione di accoglienza e supporto”.

Maria Montessori.

Per di più:

EQUILIBRIO

Questi prodotti sono perfetti per la coordinazione occhio-mano, il pensiero critico e la risoluzione dei problemi. Sono un modo meraviglioso e interessante, per aumentare la creatività. Ma pure, una stupenda opportunità per esplorare forme e colori. ‎

In aggiunta a questo:

Motricità

La motricità è una capacità fondamentale per la crescita e lo sviluppo del bambino.

Con questi giochi, acquisiranno maggiore destrezza e capacità di movimento.

Motricità fine.

“Quando la mano si perfeziona in un lavoro scelto spontaneamente, e nasce la volontà di riuscire, di superare un ostacolo, la coscienza si arricchisce di qualcosa di ben diverso da una semplice cognizione: è la coscienza del proprio valore”.

Maria Montessori.

Anche:

Pure:

In seguito,

Per quanto riguarda la memoria:‎

“La prima premessa per lo sviluppo del bambino è la concentrazione. Il bambino che si concentra è immensamente felice”.

Maria Montessori.

D’altra parte:

‎Il bambino deve far cadere la palla nel buco della scatola. ‎Rotolerà, fuori dalla scatola, sul vassoio attaccato, permettendo, conseguentemente, l’esperienza di vedere che non è scomparsa.‎

Stimola i sensi‎‎ ‎‎‎‎con le perline vibranti e con i suoni rilassanti delle gocce di pioggia. ‎Il design perfetto della forma la rende facile di afferrare.‎

  • Blocchi in legno cavi e trasparenti contenenti piccole perline.
  • Consente al bambino di vedere attraverso i blocchi, così come di giocare con suoni e colori.

Inoltre,

‎MATEMATICA

Materiali di avvicinamento alla matematica che aiuteranno innanzitutto ai bimbi coi numeri e con le operazioni, in modo pratico e anche ludico.

“L’ambiente deve essere ricco di motivi di interesse che si prestano ad attività e invitano il bambino a condurre le proprie esperienze”.

Maria Montessori.

Successivamente,

‎Giocattoli di divisi‎one:

In aggiunta a questo,

Giocare con le parole.

“Quando perciò parliamo di “libertà” del piccolo bambino non intendiamo di considerare le azioni esterne disordinate che i bambini abbandonati a sé stessi compirebbero come sfogo di un’attività senza scopo, ma diamo la parola in senso profondo di liberazione della sua vita da ostacoli che ne impediscono il normale sviluppo”.

Maria Montessori.

“Favorire il silenzio non significa tuttavia imporlo, zittendo il bambino, ma piuttosto creare le condizioni affinché esso si manifesti spontaneamente: offrendo al bambino un ambiente non rumoroso, non interrompendolo verbalmente quando svolge con interesse un’attività, permettendogli di osservare un insetto che cattura la sua attenzione o un sassolino raccolto per terra, senza voler essere sempre interpreti con le nostre parole dei suoi pensieri”.

Maria Montessori.

E poi:

‎Rompicapi:‎

Giochi educativi metodo montessoriano, con giocattoli didattici creativi.

Inoltre:

‎Blocchi‎

Conseguentemente.

Giocattoli per esplorare il mondo dei grandi, attraverso oggetti di uso quotidiano.

Finalmente:

“Il lavoro manuale con un fine pratico aiuta ad acquisire una disciplina interiore”.

Maria Montessori.

“Il periodo infantile è un periodo di creazione; nulla esiste all’inizio ed ecco che circa un anno dopo la nascita il bambino conosce ogni cosa. […] Nel caso dell’essere umano non si tratta dunque di sviluppo, ma di creazione, la quale parte da zero. Il meraviglioso passo compiuto dal bambino è quello che lo conduce dal nulla a qualche cosa, ed è difficile per la nostra mente afferrare questa meraviglia”.

Maria Montessori.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.